OBC OnlyBeautifulCouture, Borsa a zainetto donna blu Hellblau ca 22x23x12 cm BxHxT Rot

B073XP21VR

OBC Only-Beautiful-Couture, Borsa a zainetto donna blu Hellblau ca.: 22x23x12 cm (BxHxT) Rot

OBC Only-Beautiful-Couture, Borsa a zainetto donna blu Hellblau ca.: 22x23x12 cm (BxHxT) Rot
  • Cerniera lampo
  • Cinghia a tracolla
  • Spallacci
OBC Only-Beautiful-Couture, Borsa a zainetto donna blu Hellblau ca.: 22x23x12 cm (BxHxT) Rot OBC Only-Beautiful-Couture, Borsa a zainetto donna blu Hellblau ca.: 22x23x12 cm (BxHxT) Rot OBC Only-Beautiful-Couture, Borsa a zainetto donna blu Hellblau ca.: 22x23x12 cm (BxHxT) Rot OBC Only-Beautiful-Couture, Borsa a zainetto donna blu Hellblau ca.: 22x23x12 cm (BxHxT) Rot

La manovra si annuncia, quindi, più articolata di quanto era stato prospettato inizialmente, perché  non prevede soltanto la riduzione della tariffa  oraria da 2,50 o 2 euro all’ora a 1,30 euro, ma introduce anche una  progressione tariffaria  che adesso non esiste. Il che significa che  dalla seconda ora di sosta  in poi si pagherà di più, in modo da disincentivare comunque le soste lunghe e favorire la rotazione. Nello stesso tempo è prevista l’eliminazione, almeno per ora, di agevolazioni che erano state introdotte in alcune zone della città, come quella della tariffa “speedy” (60 centesimi per 30 minuti) per favorire le soste brevi.  A fronte dell’abbassamento della tariffa , inoltre, viene introdotta anche una maggiore rigidità nel frazionamento orario.

Le nuove tariffe riguarderanno sia le  Irregular Choice Ban Joe Clutch, Pochette da giorno Donna Blu Navy/gold
, dove i residenti possono parcheggiare senza limiti orari previo pagamento di un abbonamento annuale, che le  isole azzurre , riservate alla sosta a rotazione.

«Insieme a Mina Welby abbiamo dichiarato dall’inizio di assumerci pubblicamente ogni responsabilità per ciò che abbiamo fatto. Se ci sarà, già da parte della giustizia italiana, il riconoscimento dell’esistenza di principi superiori alla legge, saremo davanti a una una conquista importante per tutti. Sono determinato a proseguire la battaglia fino a quando questo diritto non sarà affermato in modo chiaro e inequivocabile». Grazie a persone come Fabiano Antoniani e  Davide Trentini , che di recente hanno scelto di rendere pubblico il loro dolore e la loro scelta di ricorrere al suicidio assistito, in Italia si è riaperto il dibattito sull’eutanasia, avviato già dieci anni fa (la prima proposta di  Eutanasia Legale  fu presentata in parlamento 40 anni fa,  ndr ) da Piergiorgio Welby insieme a sua moglie Mina.

I quattro erano stati arrestati dalla Guardia di finanza all’uscita del ristorante «Manuelina» , a Recco (Genova), dove era stata passata la busta coi soldi. Secondo i militari delle fiamme gialle, coordinati dal procuratore aggiunto Vittorio Ranieri Miniati e dal sostituto Massimo Terrile, quella mazzetta era un «acconto» di una tangente più grande per agevolare la transazione che la Securpol doveva discutere l’indomani. La società aveva un debito di 20 milioni con il Fisco. Alla cena partecipò anche il commercialista genovese Stefano Quaglia che secondo gli inquirenti era il «facilitatore» dell’operazione, e che venne solo denunciato. Per gli inquirenti, Pardini avrebbe assicurato ai tre consulenti che si sarebbe occupato della vicenda, facendo ottenere uno sconto notevole.

L’inchiesta era nata dopo il trasferimento della sede della Securpol a Genova  senza alcun apparente motivo : questo aveva portato gli investigatori anche ad usare intercettazioni telefoniche e ambientali per capire il motivo del trasferimento. Ciò ha permesso di scoprire le ragioni e il caso di corruzione. Dopo l’arresto Pardini era stato sospeso. Il pm ha chiesto il giudizio immediato per i quattro, mentre sono ancora al vaglio degli inquirenti altre transazioni di cui Pardini si era occupato. Per gli investigatori quello non sarebbe stato l’unico episodio corruttivo e per questo avevano sequestrato tutta la documentazione dai suoi uffici. Il direttore, originario di Livorno, era arrivato a Genova due anni fa.

Traffico scaraventato nel caos nella serata di venerdì a causa di un incidente stradale che si è verificato in corrispondenza della grande rotonda di Caposile, sulla Jesolana . Un'arteria che specie in questi giorni è molto trafficata per il ricambio di turisti che raggiungono le spiagge.

Verso le 20, per cause al vaglio dei carabinieri, si sono scontrate una moto e un'automobile. Ad avere la peggio è stato con ogni probabilità il centauro. Una persone è stata infatti soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata in ospedale, pare all'Angelo di Mestre. Avrebbe raggiunto il pronto soccorso in codice rosso, ma solo i successivi accertamenti potranno far luce sull'effettivo quadro sanitario del ferito. 


© 2017 LUISS Guido Carli - Viale Pola 12, 00198 Roma, Italia - Centralino T 06 852251 - P.IVA 01067231009